comitatoriccardoszumski

COMITATO RICCARDO SZUMSKI

In sostegno agli operatori sanitari che operano secondo scienza e coscienza


comitatoriccardoszumski

Grazie dottor szumski

Le testimonianze dei pazienti: il Covid si cura

Scarica gratuitamente il libro in versione pdf Scarica PDF

Testimonianze

…«se ne esce» solo ponendo al primo posto la necessità di affrontare il Covid per la malattia curabile che fortunatamente è nella massima parte dei casi, come insegna l’esperienza di chi la ha curata da subito…
(Contributo Leonardo Facco)
…Il bisogno urgente era per mia mamma 81enne con febbre e tosse, ai primi sintomi, ma io sapevo dovevo intervenire subito. Il medico di base era latitante.
Szumski l’ha salvata, prima con preziose indicazioni telefoniche a distanza, poi con l’intervento personale, al limite di quello che senza di lui sarebbe diventato l’ennesimo ricovero Covid determinato dall’assurda vigile attesa, dall’indolenza dei protocolli e dei medici blindati nei loro studi. Si è fatto 100 km per visitare una perfetta sconosciuta, mosso dalla passione per il suo lavoro e per la vita. …Con la sua cura mia mamma è stata meglio in poco più di 24 ore, ma senza di lui questo non sarebbe accaduto. L’ho ringraziato molte volte ma non sarà mai abbastanza.
(testimonianza di Francesca Berto)
…Nel momento in cui mio padre, mia madre e mia nonna, rispettivamente 87, 78 e 109 anni si sono ammalati di Covid 19 l'ho contattato con la speranza di curare i miei cari …Ad oggi vi posso solo dire che mio padre con polmonite bilaterale refertata in ospedale 2 volte è qui e sta benissimo, la nonna ultra centenaria anche, mia madre idem.
Aggiungo solo che persone come Szumski meriterebbero la medaglia d’onore..
(testimonianza di Bruno Crosato)
…Il mio compagno invece stava malissimo. La febbre saliva e il medico si limitava a dirmi "dagli la Tachipirina e attendi l’esito del tampone". Che poi come ce lo porto, uno che ha 40 di febbre a fare la fila per il tampone…
Ho chiamato il 118, ma la saturazione a 93-94 "non era ancora abbastanza bassa" per un ricovero e no, la febbre a 40 non bastava. "Non ci intasate gli ospedali, signora", mi ha detto l'operatore telefonico. Dopo due giorni di risposte così, Cesare respirava a fatica, non mangiava e aveva 40 di febbre quasi costante.
Ho mandato a quel paese il suo medico e il 118. Ho smesso di dargli la Tachipirina e ho iniziato a dargli antinfiammatori, vitamine C e D e tutto quello che potevo immaginare potesse servire. Poi, inferocita, ho preso coraggio, ho chiamato il dott. Szumski, chiedendogli cosa dovevo fare. Anche se non eravamo suoi assistiti, è stato l’unico a darci una risposta, a parlare di una cura farmacologica che abbiamo seguito subito.
In quattro giorni il mio compagno è guarito a casa! Senza clamore, senza intubarlo, senza follie e isterismi, senza scaricabarile. La febbre è scesa e non è più tornata, la saturazione è salita. Il successivo tampone, dopo 10 giorni, era già negativo.
E adesso che il nostro bambino sta per nascere, penso che se ha un padre molto probabilmente lo devo al dottor Szumski, che ringrazierò sempre di cuore.
(testimonianza di Anna Bellon)

Fai una donazione

L’Associazione "Comitato Riccardo Szumski" è una libera associazione di fatto, apartitica, apolitica e aconfessionale.
Non persegue finalità di lucro, bensì esclusivamente fini di utilità sociale, tra cui il seguente proposito: sostenere con le più svariate iniziative gli Operatori Sanitari che, a giudizio dell’Associazione, ricevano ingiuste censure o ripercussioni anche economiche, nello svolgimento della propria professione, per la difesa dei propri diritti.



Dona Con Bonifico Bancario
IBAN COMITATO RICCARDO SZUMSKI
IT 36G 08904 8 8310 005000008016
Conto corrente intestato a: Associazione Comitato Riccardo Szumski